Heinchel HE 162 Salamander

Lo Heinchel HE 162 Salamander chiamato anche “Caccia del popolo ” ( Volksjager) era un caccia monomotore a getto tecnologicamente avanzato in grado di raggiungere i 900 km/h, nonostante fosse prodotto can materiali di scarto. Un buon caccia ma collaudato in fretta e consegnato ai piloti con problemi tecnici da risolver. Entrò in servizio nel 1945 e prima della resa ne furono prodotti circ 150.

Luftfaust e Fliegerschreck

Il primo lanciarazzi portatile antiaereo portatile della storia fù il Luftfaust. Il Luftfaust aveva un appoggio pieghevole a spalla dotato di 8 missili da 20 mm in grado di colpire e distruggere gli aerei a bassa quota. La produzione iniziò nel 1945 ed in tutto ne furono prodotte 10.000 unità, che non furono mai utilizzate a causa della fine del conflitto. Il Fliegerschreck era un’altro sistema missilistico portatile antiaereo che venne collaudato nelle ultime settimane di guerra.

Ruhrstahl SD 1400

Gli scienziati del Riech furono i primi a realizzare una bomba intelligente di tipo air-to-ship con teguida, in grado di colpire la nave bersaglio con un alto livello di precisione. Consisteva in una bomba planante a frammentazione ( Splitterbombe Dick wandig) da 1400 kg concepita per perforare le corazze d’acciaio più resistenti e spezzare in due lo scafo delle navi pesanti. Il suo impiego in battaglia fù un clamoroso successo ed il 9 settembre 1943 affondò la nave ammiraglia “Roma” dell’ex alleato italiano, riuscendo a danneggiare gravemente anche la sua nave gemella “Italia”. Pur non essendo stata la prima bomba guidata ad essere progettata, fù la prima ad essere utilizzata in combattimento.

Ruhrstahl X-4

Il Ruhrstahl X-4 è stato il primo missile aria-aria teleguidato concepito per i combattimenti aerei ma primi prototipi furono impiegati solo nel 1944, quando l’aviazione tedesca era oramai praticamente senza piloti, veivoli e carburante. I vincitori della seconda guerra mondiale usarono questo modello per svilupparer i missili anticarro del dopoguerra.

Zielgerat ZG 1229 Vampir

Dal febbraio 1945, le forze armate tedesche furono le prime al mondo a essere equipaggiate con visori a raggi infrarossi per la visione notturna. I prototipi risalgono al 1944 e ne vennero realizzate diverse versioni per grandezza e potenza , in modo da poter equipaggiare sia i mezzi corazzati che i fucili d’assalto StG44. I visori IR avrebbero consentito una totale superiorità negli attacchi notturni alle truppe nemiche. Arrivarono tardi al fronte ed in realtà ne furono usati su una decina di mezzi corazzati ed alcune decine di armi leggere, ma il Terzo Reich stava già capitolando.

Fucili d’assalto StG44 e StG45

Nel 1944 iniziò ad essere prodotto in serie lo stupefaciente fucile mitragliatore d’assalto Sturmgewehr 44 ideato da Hugo Schmeisser. Era un’arma a fuoco selettivo (automatico e semiautomatico) dalle caratteristiche tecniche rivoluzionarie. Le sue prestazioni erano notevolmente superiori a tutte le armi leggere in dotazione dalle truppe nemiche della Germania. lo Sturmgewehr 44 era conosciuto sin dal 1942, quando i primi 50 esemplari furono prodotti con il nome di Machinenkarabiner 42. Nel 1943 furono apportate solo alcune migliorie, mentre nel 1944 furono apportate altre modifiche che consentirono di ridurre al minimo sia i tempi che i costi di produzione. Per il suo utilizzo vennero impiegati nuovi proiettili da 7,92×33, compromesso tra le munizioni a lunga gittata dei fucili e quelle minori delle pistole. Prima della sua costruzione i soldati tedeschi erano costretti ad usare due diversi tipi di arma da fuoco in base alle distanze. Per le lunghe distanze usavano il fucile K98k a colpo singolo con mirino ottico e lente di ingrandimento, con munizioni da 7,92×57. Per le distanze ravvicinate usavano le pistole mitragliatrici MP40 con munizioni da 9×19. Lo Sturmgewehr 44 garantiva precisione e velocità di fuoco fino a 600 metri con risultati somprendenti. Hitler tuttavia, era stato sempre contrario al suo impiego e ne ritardò la produzione con conseguenze disastrose per la Germania. Gli alti ufficiali tedeschi non potendosi opporre ad Hitler aggirarono l’ostacolo producendo il Maschinekarabiner 42 in sordina con il diverso nome di MP43, presentandola come una miglioria della vecchia mitragliatrice MP40. In questo modo 5000 modelli riuscirono a raggiungere le truppe tedesche schierate ad est contro i Russi.Hitler scoprì l’escamotage dei suoi gerarchi e blocco la produzione. Alla fine del 1943 fù costretto ad ammettere la necessità di produrre lo Sturmgewehr 44, ma era troppo tardi. I Russi testaron sulla propria pelle l’efficacia dello Sturmgewehr 44 ed alla fine della guerra lo usarono per produrre il prototipo dell’ AK-47 il Kalashnikov, Lo storico russo Aleksei Korobeinikov ammise che nell’immediato dopoguerra Hugo Schneisser ed altri esperti tedeschi furono mandati nelle fabbriche degli urali per sviluppare il Kalashnikov , che è esattamente lo Sturmgewehr 44 con piccole modifiche. Aggiungo le foto dei due fucili da assalto prima quello tedesco, poi la copia russa.

Himmelsturmer

Lo Himmersturmer era un dispositivo a razzo concepito per consentire ai fanti delle truppe d’assalto tedesche di effettuare un breve volo controllato sufficiente a oltrepassare fiumi, trincee, filo spinato, campi minati e qualsiasi altro tipo di ostacolo naturale o artificiale. Il sistema di produzione venne ideato da Paul Schmidt sfruttando una versione ridotta del motore a razzo v1. Il primo prototipo venne progettato nel 1941 per consentire ai soldati dei corpi speciali di compiere balzi di 50 metri ad un’altezza di 5 metri. Per la spinta in aria si avvaleva di un potente propulsore jet di modeste dimensioni, da allacciare alle spalle dei soldati con delle cinture. La direzione del salto doveva essere guidata da un secondo razzo-timone molto più piccolo da fissare frontalmente davanti alla cintura. Nel 1944 lo himmelsturmer era ancora in fase di sperimentazione e non fece in tempo a superare tutti i test per entrare in produzione. Parecchi anni dopo venne realizzato sia dai Russi che dagli Americani in diverse versioni, ma non entrò mai in produzione probabilmente per l’ingombro eccessivo.

†